Home
Commercio e industria armi




Fondazione Banca Etica e Rete Disarmo azionisti critici all'assemblea di Leonardo: Puntare sul business militare fa male al bilancio e aumenta rischi di corruzione PDF Stampa E-mail
Scritto da Rete Italiana per il Disarmo, Fondazione Banca Etica   
Mercoledì 16 Maggio 2018 14:05

La Fondazione Finanza Etica (FFE) partecipa oggi per la terza volta consecutiva all'assemblea degli azionisti di Leonardo, il principale produttore italiano di armamenti, il cui maggiore azionista è il Ministero del Tesoro italiano con il 30,2%.

Leggi tutto...
 
Export armi 2017: oltre 10 miliardi di autorizzazioni in maggioranza verso le aree critiche del mondo PDF Stampa E-mail
Scritto da Rete Italiana per il Disarmo   
Lunedì 07 Maggio 2018 12:46

Resa pubblica la Relazione al Parlamento prevista dalla legge 185/90: 10,3 mld€ di autorizzazioni e 2,7 mld€ di trasferimenti definitivi nel corso del 2017

Ai vertici della classifica dei Paesi destinatari di autorizzazioni il Qatar, seguito da Regno Unito, Germania, Spagna, USA e Turchia.

Oltre il 57% delle vendite a Paesi non EU e non NATO.

Leggi tutto...
 
Una coalizione internazionale di Organizzazioni Non Governative sporge denuncia penale contro RWM Italia S.p.a, filiale italiana del produttore di armamenti tedesco Rheinmetall AG, e contro l’Autorita Nazionale per le autorizzazioni all’esportazione di ar PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 19 Aprile 2018 13:27

Una coalizione internazionale di Organizzazioni Non Governative sporge denuncia penale contro RWM Italia S.p.a, filiale italiana del produttore di armamenti tedesco Rheinmetall AG, e contro l’Autorita Nazionale per le autorizzazioni all’esportazione di armamenti (UAMA)

Il produttore di armi e le Autorità italiane sono complici di un attacco aereo dall’esito mortale sferrato nello Yemen dalla coalizione guidata dall’Arabia Saudita?

Leggi tutto...
 
Dal dibattito in sede ONU forte convergenza sulla necessità di un nuovo Trattato sui “killer robots” PDF Stampa E-mail
Scritto da Rete Italiana per il Disarmo   
Martedì 17 Aprile 2018 06:36

La Campagna internazionale chiede il sostegno di tutti gli Stati per negoziare una norma che mantenga controllo umano significativo sull’uso della forza

Il movimento globale per vietare preventivamente le armi completamente autonome (i cosiddetti “killer robots”) e mantenere un controllo umano significativo sull'uso della forza ha ricevuto importante slancio durante il quinto incontro internazionale ONU sul tema, che si è concluso a Ginevra il 13 aprile. Il crescente elenco di Paesi che chiedono un divieto per le armi completamente autonome ora è ad un totale di 26, con l'aggiunta di Austria, Cina, Colombia e Gibuti.

Leggi tutto...
 
E’ ormai necessario un Trattato internazionale per vietare i “Killer robots”: Gli Stati si incontrano per la quinta volta in sede ONU per discutere di armi completamente autonome PDF Stampa E-mail
Scritto da Rete Italiana per il Disarmo   
Lunedì 09 Aprile 2018 16:54

Sta ormai scadendo il tempo concesso ai Governi per riuscire ad impedire lo sviluppo di sistemi d'arma capaci di selezionare gli obiettivi e procedere da soli con un attacco, senza un controllo umano significativo. E’ questa la posizione espressa oggi dalla Campagna “Stop Killer Robots” (di cui fa parte anche Rete Italiana per il Disarmo) a margine del quinto incontro che la “Convenzione sulle armi convenzionali” (CCW) dedica ai sistemi di armi autonome e letali da oggi e fino al 13 aprile alle Nazioni Unite (ONU).

Leggi tutto...
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 1 di 21


Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps Valid XHTML and CSS.