Primavera PDF Stampa E-mail
Scritto da Gianni Rodari   
Martedì 25 Marzo 2014 21:57

Conosco una città
dove la primavera
arriva e se ne va
senza trovare un albero
da rinverdire,
un ramo da far fiorire
di rosa o di lillà: Per quelle strade murate
come prigioni
la poveretta s’aggira
con le migliori intenzioni:
appende un po’ di verde
ai fili dei tram, ai lampioni,
sparge dei fiori
davanti ai portoni,
e dopo un momentino
se li riprende il netturbino.

Altro da fare
non le rimane,
per settimane e settimane,
che dirigere il traffico
delle rondini, in alto,
dove la gente
non le vede e non le sente.

Di verde in quella città,
e dirvi il suo nome non posso,
ci sono soltanto i semafori
quando non segnano rosso.

Fonte: Comune-Info

 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps Valid XHTML and CSS.