Home Politica - Democrazia Politica Che tempo che fa dopo quasi tre mesi dall'inizio della pandemia Covid-19
Che tempo che fa dopo quasi tre mesi dall'inizio della pandemia Covid-19 PDF Stampa E-mail
Scritto da Umberto Franchi   
Martedì 19 Maggio 2020 04:10

Tutto bene ? Nessun rischio ? Tutti contenti e felici ?

In realtà in Italia ci sono tre correnti di pensiero:

LA PRIMA , è quella di coloro che pensano che la Pandemia sai una invenzione delle Multinazionali del farmaco e dei vaccini , a scopo di lucro , nonché dei “poteri forti” (economici, finanziari, politici, militari,) che si prefiggono di impaurire e tenere chiuso nelle proprie case il popolo al fine di “addomesticarlo” , reprimerlo, renderlo “pecorone” e docile ai voleri di chi esercita i poteri... una tesi che, anche se “nobile” , è del tutto scientificamente inattendibile;

LA SECONDA, è quella di coloro che pensano che “TUTTO ANDRA’ BENE”, e li troviamo in chi governa il Paese , chi è all’opposizione, ma anche tra i semplici cittadini che affiggono nei balconi lo striscione con l’arcobaleno e la scritta “tutto andrà bene”... questa corrente di pensiero è determinista , cioè pensano che tutto sia già determinato dal fato... dal destino... o da Dio... che se è successo il Covid.19 è perché era destinato a succedere, ma confidano che tutto si risolverà per il bene , e dicono “Tutto Andrà bene, come una preghiera” ,indipendentemente dalle cose che “gli Uomini riusciranno a fare affinché vada tutto bene...

LA TERZA CORRENTE DI PENSIERO è quella di coloro a cui non interessa un bel niente della salute dei cittadini .. ma che prendono lo spunto da ciò che è accaduto in Italia, come una nuova occasione di fare nuovi affari, nuovi, guadagni nuove, speculazioni... un po la stessa logica del terremoto a L’Aquila nel 2009 con i padroni e Berlusconi che facevano vista d piangere per i morti... ma dopo se la ridevano pensando agli affar i che avrebbero fatto nella ricostruzione con il sostegno dello Stato... Essi , con a capo la Confindustria, oggi vogliono riaprire tutto e subito, e con la finanziaria da 55 miliardi , hanno già chiesto ed ottenuto da governo molti miliardi con abbattimento dell’IRAP, Finanziamenti a fondo perduto, crediti di imposta, ecc... ma non gli bastono ed allora si rivolgono anche alle destre che tornano all’attacco perché vorrebbero dargli anche la FLAT TAX ed il Condono agli evasori... Nel frattempo la ex FIAT, che per non pagare le tasse ha la sede in Olanda, chiede alle banche un prestito di 6,5 miliardi che a loro parere dovrebbe garantire lo Stato e magari lor signori spartirsi i dividendi.. (sic)

In questa realtà da lunedì 18 maggio riapre tutto ... Tutti al lavoro : guanti, mascherine, “distanziamento possibile”

Ma che fine ha fatto lo slogan : tastare tracciare trattare ?

PRIMO, TASTARE: in Italia siamo riusciti a fare un ospedale a Milano, dove c’era un’area commerciale che non servirà a niente , ma non siamo riusciti a fare i tamponi perché mancano macchine per la diagnostica, i reagenti , i laboratori, il personale necessario così a tre mesi dall’emergenza sanitaria non sono stati fatti i tamponi a tutti e molte persone (la maggioranza) sono asintomatiche. Esse rientrano al lavoro ma potrebbero ancora infettare diffondendo l’infezione quando riapre tutto e come dice il Prof Galli e liberare di nuovo “Alien” ;

SECONDO, TRACCIARE: Non significa di certo pensare di individuare positivi con smartphone ... ma sarebbe una cosa di buon senso fare almeno i test sierologici a chi rientra al lavoro per capire se hanno per capire quanti sono quelli che hanno sviluppato anticorpi e dopo fare a loro il tampone per verificare se sono ancora positivi o guariti... ma i lavoratori come sappiamo non sono considerate persone che hanno il diritto alla salute prevenendo ogni possibile malattia... essi sono considerati come “mera merce” utili solo ai mercati ed ai profitti ;

TERZO, TRATTARE sarebbe ancora necessario togliere dalle proprie abitazioni collocandoli in appositi alberghi e costruire squadre di medici ed infermieri nei territori per individuare e curare i malati ai primi sintomi, mente invece continua la prassi deleteria della telefonata al medico curante, ed i pazienti vengono trattati, prima prescrivendogli tachipirina e se la febbre non va via (quasi mai avviene) prescrivono antibiotici e dopo 7/10 giorni tampone... ma spesso per un 30% è tardi devono essere ricoverati ed il 25% dei ricoverati finisce in terapia intensa e muore .

Per cui , se non cambierà questa realtà , probabilmente ha ragione il Prof. Galli quando sostiene che "Alien" non aspetta altro che essere di nuovo liberato.

Umberto Franchi

Lucca, 16 maggio 2020

 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps Valid XHTML and CSS.