Home Medio oriente Quadro generale
Quadro generale




Libia, Rete Disarmo: gli interventi militari non risolveranno situazione né batteranno terrorismo PDF Stampa E-mail
Scritto da Rete Disarmo   
Mercoledì 03 Agosto 2016 17:19

La Rete Italiana per il Disarmo chiede che l’Italia non conceda l’uso di basi e di spazio aereo per le operazioni militari in Libia. Già nel 2011 il miraggio di una soluzione armata dei problemi della regione.

Il terrorismo si può veramente battere solo potenziando i processi di partecipazione politica e dando supporto pieno alla società civile e ad una costruzione democratica “dal basso”.

Leggi tutto...
 
Carta del Contratto Sociale del Rojava-Siria PDF Stampa E-mail
Scritto da Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia (UIKI-Onlus)   
Lunedì 07 Dicembre 2015 13:31

Pubblichiamo, tratta dal sito dell' Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia (UIKI-Onlus), la "Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia (UIKI-Onlus)", come segno di come la popolazione curda abbia elaborato una costituzione più avanzata di molte costituzioni occidentali.

Leggi tutto...
 
La tempesta perfetta che può travolgere il Medio Oriente PDF Stampa E-mail
Scritto da Vittorio Emanuele Parsi   
Domenica 18 Ottobre 2015 07:49

La tempesta perfetta, capace di travolgere l'intero quadro regionale a partire dal suo epicentro siriano. Il rischio, mai così concreto, che Aleppo possa cadere in mano non della resistenza anti Assad ma di Daesh (Isis), spiega la repentinità della decisione russa di intervenire militarmente a sostegno del regime. Evidentemente, nonostante i successi militari conseguiti da Hezbollah sul confine siro-libanese durante l'estate, il regime era in condizioni assai più precarie di quanto potesse apparire.
La lunga inazione dell'Occidente in questa crisi ha consentito a Daesh di rinforzarsi oltre misura e, soprattutto, ha concesso uno spazio spropositato agli attori regionali, permettendo loro di trasformare il quadro della guerra civile siriana in un fronte che di fatto ha coinciso con il raggio di azione del sedicente Califfato del terrore. Iraq e Siria sono diventati i campi di battaglia in cui Arabia Saudita, Iran e Turchia hanno condotto i loro giochi di guerra, convinti di poterne divenire i burattinai mentre in realtà ne restavano sempre più intrappolati.

Leggi tutto...
 
Troppi nodi irrisolti dietro all'inferno turco PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonio Ferrari   
Venerdì 16 Ottobre 2015 13:57

L’autoritarismo crescente di Erdogan. Le tensioni con i curdi. L’affronto delle violazioni da parte dei russi, le incomprensioni con la Nato, l’isolamento internazionale. Tutte le ragioni di una situazione che, alla vigilia delle nuove presidenziali, si fa sempre più drammatica

Leggi tutto...
 
Un despota alleato inevitabile: i seguaci europei di Putin e l'alleanza con Assad PDF Stampa E-mail
Scritto da Paolo Mieli   
Venerdì 16 Ottobre 2015 13:41

Non c’è soltanto Romano Prodi. Anche l’ex ministro degli Esteri francese, fondatore di Médecins Sans Frontières, Bernard Kouchner, pur non avendolo mai apprezzato, ha riconosciuto che, nella partita siriana, il leader russo si è dimostrato «un grande giocatore di scacchi» e che «in questa fase sembra avere sempre una lunghezza d’anticipo». Laddove l’altro giocatore sarebbe il presidente degli Stati Uniti. In effetti c’è qualcosa che non torna nella strategia anti Isis dell’Occidente. Punto primo: definiamo il Califfato «nuovo nazismo», con ciò conferendogli — se le evocazioni storiche hanno un senso — il rango di nemico numero uno.

Leggi tutto...
 
Pagina 1 di 3


Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps Valid XHTML and CSS.