Home Nonviolenza Figure significative della nonviolenza
Figure significative della nonviolenza




Grazie Aldo Capitini! PDF Stampa E-mail
Scritto da Flavio Lotti, Gruppo di studenti di Marsciano (Perugia)   
Venerdì 19 Ottobre 2018 13:35

50 anni fa moriva a Perugia, Aldo Capitini un uomo da riscoprire. Il ricordo di Flavio lotti e di un gruppo di giovani studenti.

Leggi tutto...
 
Gandhi testimone della nonviolenza PDF Stampa E-mail
Scritto da Mohandas Gandhi   
Venerdì 05 Ottobre 2018 17:02

"Cinquant’anni dopo la sua morte con violenza, 30 gennaio 1948": Scuola di Pace “Ernesto Balducci”, Torino 31 gennaio – 1 e 2 febbraio 1998

(dal libro di E. Peyretti, Esperimenti con la verità. Saggezza e politica di Gandhi, Pazzini editore, 2005, alle pp. 88-102)

Leggi tutto...
 
Tonino Bello: fondamenti evangelici della nonviolenza PDF Stampa E-mail
Scritto da Enrico Peyretti   
Sabato 21 Aprile 2018 16:14

Il vescovo Tonino Bello è noto soprattutto come vescovo della pace, intesa come nonviolenza attiva1.

I cristiani, Gesù e la nonviolenza

Come i vescovi, quasi tutti i buoni cristiani sono per la pace, ma non tutti ne individuano la via centrale nella nonviolenza attiva e positiva: non soltanto non-fare-violenza, ma gestire e trasformare i conflitti con le forze umane costruttive. Alex Zanotelli, voce di profeta in questi amari anni, mostra bene come Gesù è l’inventore della nonviolenza nella tradizione occidentale. Nella situazione di oppressione del suo popolo, sotto l’impero romano, sente anche personalmente la tentazione della violenza, ma inventa segni e azioni tipiche della lotta nonviolenta. Proprio quelle azioni paradossali suggerite da Gesù nel Discorso della montagna, che per secoli sono state intese come atti di rassegnazione e sottomissione, oggi sono finalmente capite e spiegate, in quel contesto storico concreto, come azioni di ribellione, indipendenza, dignità, con la forza sana e giusta della nonviolenza. Walter Wink, nel libro Rigenerare i poteri. Discernimento e resistenza in un mondo di dominio, edizioni Emi, mostra bene che presentare la guancia sinistra, dare anche la tunica a chi ti sequestra il mantello, restando nudo, fare un miglio in più di quello a cui ti costringe l’occupante, erano azioni di mite provocazione, che mettevano il prepotente in difficoltà, che ristabilivano la dignità offesa, che liberavano l’oppresso dalla soggezione, che indicavano possibile la liberazione nonviolenta2.

Leggi tutto...
 
Attualità di Martin Luther King a cinquant'anni dalla morte PDF Stampa E-mail
Scritto da Angela Dogliotti Marasso   
Domenica 08 Aprile 2018 08:51

"Io ho un sogno, che i miei quattro figli vivranno un giorno in una nazione nella quale non saranno giudicati per il colore della loro pelle, ma per ciò che sono. Io ho un sogno, oggi".

Il 4 aprile 1968 veniva ucciso a Memphis, nel Tennessee, il pastore battista Martin Luther King. Anche se il Civil Rights Act del 1964, grazie alla lotta nonviolenta del movimento per i diritti civili degli afroamericani, aveva abrogato ufficialmente ogni forma di segregazione nei luoghi pubblici, la piaga della discriminazione razziale continuava.

Leggi tutto...
 
MLK: Il potere dell'amore nero e americano PDF Stampa E-mail
Scritto da Mao Valpiana   
Sabato 07 Aprile 2018 14:42

Il 4 aprile di cinquant'anni fa, Martin Luther King si stava preparando in albergo prima di recarsi ad un comizio indetto per quel giorno. Dopo essersi annodato la cravatta uscì sul balcone. La pallottola, sparata da un fucile di precisione, lo colpì a morte.

Leggi tutto...
 
Pagina 1 di 16


Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps Valid XHTML and CSS.