Comunicato stampa dell'Accademia Apuana della Pace sui fatti di Roma Stampa
Scritto da Accademia Apuana della Pace   
Lunedì 11 Ottobre 2021 13:57

Condanniamo fermamente gli atti squadristi e violenti di sabato pomeriggio 9 ottobre 2021 che hanno violato la città di Roma. Condanniamo fortemente l'attacco alla sede nazionale della CGIL e manifestiamo la nostra solidarietà alla CGIL Nazionale e alla CGIL provinciale e ai loro segretari. Condanniamo fortemente l'inqualificabile assalto nella stessa notte al Policlinico Umberto I di Roma.

Chiediamo con il presente comunicato che sia fatta rispettare con maggiore rigore la Costituzione del nostro paese, che non vengano lasciati a piede libero coloro che inneggiano al fascismo e coloro che creano partiti politici con nomi ambigui, i cui contenuti richiamano palesemente al ventennio e alla sua ideologia. Chiediamo che ci sia maggiore severità ogni volta che vengono fatti saluti romani, esposte croci celtiche e altri simboli e gesti che si rifanno al nazifascismo. Chiediamo che gli stadi siano ripuliti di tutti gli striscioni e simboli che richiamano il fascismo. Chiediamo che si intervenga ad ogni adunata nostalgica, come ad esempio le commemorazioni di Predappio o simili. Chiediamo che le Prefetture smettano di autorizzare lo svolgimento di manifestazioni, assemblee e dibattiti pubblici a chi fa palesemente propaganda anticostituzionale.

Chiediamo che venga applicata la Costituzione e vengano sciolte tutte le organizzazioni che si ispirano quell'ideologia, perché ogni movimento di ispirazione fascista, che pratica la violenza ed aggredisce gli avversari è al di fuori del quadro Democratico definito dalla nostra Costituzione.

Chiediamo infine che si vigili sui moderni mezzi di comunicazione, si operi per prevenire aggressioni di cyberneonazifascismo e vengano chiuse le pagine e i siti che inneggiano al fascismo e inneggiano alla violenza.

Come Accademia Apuana della Pace rivendichiamo le ragioni della Resistenza, siamo convinti dell'applicazione dei principi della nostra Costituzione e ribadiamo il quadro Democratico da essa disegnato. Il fascismo deve restare fuori dal quadro Democratico, non è un elemento della democrazia, come già avevano capito i nostri padri costituenti. E' la stessa difesa della pace - che dà il nome alla nostra organizzazione – ad imporre di tenere lontano dalle nostre istituzioni rigurgiti fascisti e organizzazioni neofasciste.

Domenica 10 ottobre abbiamo partecipato alla marcia della Pace, con la Coperta della Pace, che riannoda i fili della Memoria e ci ricorda di continuare a prenderci Cura , degli esseri viventi tutti come hanno fatto le donne delle nostre città e paesi che hanno resistito alla violenza nazifascista continuando a prendersi cura dei loro figli e delle comunità; sabato 16 ottobre aderiamo e invitiamo a partecipare alla manifestazione antifascista indetta dai sindacati a Roma, per il lavoro e la democrazia.

Accademia Apuana della Pace

Lunedì 11 ottobre 2021



AAdP alla Marcia della Pace Perugia - Assisi del 10/10/2021