• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

11:30 - Presidio e Flash-mob (giardini di Castel Sant'Angelo) - "Parata d'onore" per chi salva vite umane e getta ponti di pace tra popoli. Questa è la nostra difesa dei valori costituzionali.
15:00 - Assemblea (Società Geografica Italiana, Via della Navicella 12) - Obiettare alla guerra e fermare la strage nel Mediterraneo: strumenti
e campagne per un’altra difesa possibile.

In apertura dell'assemblea nazionale di Un ponte per... con il Movimento Nonviolento e le reti della campagna Un'altra difesa è possibile

Come sta vivendo Francesco questa vigilia di Pasqua caratterizzata da uno scenario mondiale ad alta tensione?

"Mi viene solo da chiedere con più forza la pace per questo mondo sottomesso ai trafficanti di armi che guadagnano con il sangue degli uomini e delle donne"

Santo Padre, anche questo giovedì santo si recherà in carcere. Perché?

"Il brano evangelico del giudizio universale dice: 'Sono stato prigioniero e siete venuti a trovarmi'. Ecco, il mandato di Gesù vale per ognuno di noi, ma soprattutto per il vescovo che è il padre di tutti".

L'attacco missilistico americano contro le postazioni militari del regime di Bashar Al Assad, decise ed eseguite nella notte scorsa dal Presidente Trump, rappresentano e confermano la irresponsabilità e l'assenza di una strategia politica internazionale che circonda la crisi siriana.

L'utilizzo di armi chimiche nel conflitto siriano sia da parte del regime di Assad che da parte dell'ISIS, purtroppo non è una novità.

Quanto accaduto, martedì scorso, nella città di Khan Sheikhun, nei pressi di Idlib, dove hanno trovato la morte almeno 72 persone di cui 20 minori ed un centinaio di persone sono rimaste intossicate e ricoverate nei centri sanitari della zona.

1. All’inizio di questo nuovo anno porgo i miei sinceri auguri di pace ai popoli e alle nazioni del mondo, ai Capi di Stato e di Governo, nonché ai responsabili delle comunità religiose e delle varie espressioni della società civile. Auguro pace ad ogni uomo, donna, bambino e bambina e prego affinché l’immagine e la somiglianza di Dio in ogni persona ci consentano di riconoscerci a vicenda come doni sacri dotati di una dignità immensa. Soprattutto nelle situazioni di conflitto, rispettiamo questa «dignità più profonda»[1]e facciamo della nonviolenza attiva il nostro stile di vita.

Il 22 novembre 1916 a Coderno di Sedegliano in Friuli nasceva David Maria Turoldo. A cent'anni di distanza finalmente è stata pubblicata una biografia completa e puntuale di questo "maniaco di Dio", come lui stesso si definì. Questo poderoso lavoro (David Maria Turoldo. La vita, la testimonianza (1916-1992), Morcelliana, Brescia 2016, pp. 448) è opera di Mariangela Maraviglia, docente di Storia della Chiesa nelle scuole teologiche delle diocesi di Pistoia e di Prato, membro del Comitato Scientifico della Fondazione Mazzolari di Bozzolo, giornalista pubblicista.

Il nostro Governo ha deciso di procedere ad un intervento di natura militare in Libia denominato "Ippocrate".

Il medico e scienziato Ippocrate direbbe che per superare le sofferenze bisognerebbe andare alle cause e riterrebbe sbagliato il ricorso allo strumento militare per risolvere una situazione degenerata proprio a seguito di devastanti spedizioni  militari. Più volte è capitato all'Italia di vendere con una mano armi e di offrire con l'altra aiuti sanitari in un gioco orribile e contraddittorio di interventi contrapposti (un esempio: la vendita di mine antiuomo nel Corno d'Africa e l'invio di medici per curare i colpiti dalle mine).