Fondazione Neno Zanchetta

Mininotiziario America Latina dal basso
Home




 
Lettera a Salvini di un’immigrata africana: «La faccia cattiva la dedichi ai potenti che occupano casa mia» PDF Stampa E-mail
Scritto da Fonte Famiglia Cristiana   
Mercoledì 16 Novembre 2022 17:34

«Ho visto la sua faccia ieri al telegiornale. Dipinta dei colori della rabbia. La sua voce ,poi, aveva il sapore amarissimo del fiele. Ha detto che per noi che siamo qui nella vostra terra è finita la pacchia. Ci ha accusati di vivere nel lusso, rubando il pane alla gente del suo paese. Ancora una volta ho provato i morsi atroci della paura…

Chi sono? Non le dirò il mio nome. I nomi, per lei, contano poco. Niente. Sono una di quelli che lei chiama con disprezzo “clandestini”.

Vengo da un paese, la Nigeria, dove ben pochi fanno la pacchia e sono tutti amici vostri. Lo dico subito. Non sono una vittima del terrorismo di Boko Haram. Nella mia regione, il Delta del Niger non sono arrivati. Sono una profuga economica, come dite voi, una di quelle persone che non hanno alcun diritto di venire in Italia e in Europa.

Leggi tutto...
 
Il governo del disonore PDF Stampa E-mail
Scritto da Adriano Tongiani   
Mercoledì 16 Novembre 2022 08:55

Ciò che sta accadendo con la decisione del governo italiano,di procedere a sbarchi "selettivi" ha in se' una logica agghiacciante,che ci riporta indietro nei secoli ,ancor prima dell'habeas corpus, seppellendo secoli di civiltà giuridica.

Leggi tutto...
 
Ha ragione Gramellini PDF Stampa E-mail
Scritto da Gianni Minà   
Martedì 25 Ottobre 2022 17:37

Gramellini il 13 ottobre scorso sul Corriere riprendeva una lettera della europarlamentare Laura Ferrara del M5S che, insieme ad altri suoi colleghi, protestava contro l’accordo quadro firmato dalla Regione Calabria e Cuba per l’invio di medici cubani nel nostro Paese, definendo il loro rapporto di lavoro “sfruttamento e una chiara violazione dei diritti umani”. Il giornalista ha buttato alla rinfusa le cose che ci sarebbero da dire. Lo farò pure io, tanto per andare sul concreto.

Leggi tutto...
 

Non ci dimentichiamo

Approfondimenti

Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Notiziario AAdP

E' disponibile il nuovo numero del notiziario

Leggi


Pace

Disarmare la guerra (Pasquale Pugliese)

Leggi


Libano

In Libano la rivoluzione non sogna più (Edoardo Cuccagna, Un Ponte per)

Leggi


Pace

Cessate il fuoco subito, negoziato per la Pace! Manifestazione Nazionale a Roma il 5 novembre (Rete Italiana Pace e Disarmo)

Leggi


Libertà

Siamo tutti in prigione finché Julian è in prigione: intervista esclusiva a Stella Assange [Stella Assange, Veronica Tarozzi]

Leggi


Articoli recenti

Lettera a Salvini di un’immigrata africana: «La faccia cattiva la dedichi ai potenti che occupano casa mia»

«Ho visto la sua faccia ieri al telegiornale. Dipinta dei colori della rabbia. La sua voce ,poi, aveva il sapore amarissimo del fiele. Ha detto che per noi che siamo qui nella vostra terra è finita la pacchia. Ci ha accusati di vivere nel lusso, rubando il pane alla gente del suo paese. Ancora una volta ho provato i morsi atroci della paura…

Chi sono? Non le dirò il mio nome. I nomi, per lei, contano poco. Niente. Sono una di quelli che lei chiama con disprezzo “clandestini”.

Vengo da un paese, la Nigeria, dove ben pochi fanno la pacchia e sono tutti amici vostri. Lo dico subito. Non sono una vittima del terrorismo di Boko Haram. Nella mia regione, il Delta del Niger non sono arrivati. Sono una profuga economica, come dite voi, una di quelle persone che non hanno alcun diritto di venire in Italia e in Europa.

Readmore..

Il governo del disonore

Ciò che sta accadendo con la decisione del governo italiano,di procedere a sbarchi "selettivi" ha in se' una logica agghiacciante,che ci riporta indietro nei secoli ,ancor prima dell'habeas corpus, seppellendo secoli di civiltà giuridica.

Readmore..

Il diritto residuale del mare

Piantedosi e Salvini minacciano i comandanti delle navi che si rifiuteranno di riportare in acque internazionali persone considerate come “carico residuale” e non obbediranno ad un decreto illegittimo, sia nelle premesse che fanno riferimento a Regolamenti europei ormai abrogati, che nel dispositivo, secondo il quale il comandante della nave, dopo la selezione dei naufraghi “vulnerabili”, dovrebbe uscire dal porto e ritornare in acque internazionali.

Readmore..

L’ammiraglio Alessandro: «Ai naufraghi va assegnato un porto vicino e sicuro. Lo dice la legge»

Mediterraneo. Vittorio Alessandro ha dedicato 31 anni della sua vita alla guardia costiera. Ora è in congedo. «Una "nave pirata" contravviene alle norme internazionali ed esercita violenza su imbarcazioni e persone che solcano il mare. Quelle delle Ong salvano vite», dice al manifesto rispondendo alle affermazioni di Giorgia Meloni

Readmore..

Ha ragione Gramellini

Gramellini il 13 ottobre scorso sul Corriere riprendeva una lettera della europarlamentare Laura Ferrara del M5S che, insieme ad altri suoi colleghi, protestava contro l’accordo quadro firmato dalla Regione Calabria e Cuba per l’invio di medici cubani nel nostro Paese, definendo il loro rapporto di lavoro “sfruttamento e una chiara violazione dei diritti umani”. Il giornalista ha buttato alla rinfusa le cose che ci sarebbero da dire. Lo farò pure io, tanto per andare sul concreto.

Readmore..

Tacciano le armi. Negoziato subito. Manifestazione a Massa del 21/10/2022. Intervento di Gioia Giusti (Fridays For Future Massa)

Inizio quest’intervento con una provocazione: sono ormai diversi anni che nelle propagande elettorali di alcuni partiti il nemico comune viene identificato con chi cerca di attraversare le frontiere, non più l’invasore che si paventava all’epoca delle guerre mondiali, bensì l’immigrato, una sorta di invasore 2.0 che non combatte con la prepotenza di un grande esercito, ma con la pietà a cui ci muovono innocenti e bambini, che non è animato dal patriottismo e dall’illusione della vittoria, ma dalla disperazione e dalla povertà. In questi anni in cui la patata bollente del capro espiatorio di tutti i nostri problemi economici ed esistenziali è passata a loro siamo stati tartassati dalla retorica dell’ “aiutiamoli a casa loro”.

Readmore..

Tacciano le armi. Negoziato subito. Manifestazione a Massa del 21/10/2022. Intervento di Nando Sanguinetti (ANPI)

Le guerre non nascono dal nulla, ma hanno cause remote nel tempo e cause scatenanti. Ed è molto difficile trovare una parte che sia innocente.

La Russia ha scatenato la guerra in Europa, su questo non ci piove, ma l’Europa e gli USA, ci hanno messo del loro.

Attraverso la Nato, per, anni da quando è scomparsa l’Unione Sovietica, hanno condotto politiche di provocazione e minaccia della sicurezza Russa,contro gli accordi stipulati, per la neutralità dei paesi del patto di Varsavia, mentre l’Ucraina ha portato avanti politiche di vessazione, derussificazione e scontro, anche militare, in alcuni territori, compresi nei suoi confini, che invocavono il diritto alla autodeterminazione.

Readmore..

Tacciano le armi. Negoziato subito. Manifestazione a Massa del 21/10/2022. Intervento di Antonella Cappé (AAdP)

Un grazie e un abbraccio di Pace a tutte le persone presenti qua oggi

In questo fine settimana, oltre 100 città in Italia hanno risposto all’appello della Rete italiana Pace e Disarmo e della rete European for Peace che chiede: TACCIANO LE ARMI, NEGOZIATO SUBITO!

L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia che fin dal primo giorno abbiamo condannato, ha riportato la guerra nel cuore dell’Europa ed ha già fatto decine di migliaia di vittime e si avvia a diventare un conflitto di lunga durata con drammatiche conseguenze per la vita e il futuro delle popolazioni ucraine, ma anche per l’accesso al cibo e all’energia di centinaia di milioni di persone, per il clima del pianeta, per l’economia europea e globale.

Readmore..

Il prezzo dei beni alimentari cresce rapidamente. Ma da cosa dipende questo aumento?

Il prezzo dei beni alimentari cresce rapidamente, dando un contributo decisivo all'aumento dell'inflazione. Ma da cosa dipende questo aumento?

Possiamo escludere che discenda dal costo della manodopera nella filiera della produzione e della distribuzione alimentare perché tutti i dati indicano la presenza di salari molto bassi in tali settori, dove peraltro esistono diffuse forme di capolarato.

Certamente pesano i vari passaggi presenti nella filiera che cercano margini e altrettanto rilevante è il prezzo dell'energia per i trasporti.

Ma un ruolo centrale hanno le speculazioni finanziarie sui prezzi delle materie prime alimentari, un tema su cui bisognerebbe intervenire.

Provo a descrivere cosa avviene, semplificando una questione assai complessa.

Readmore..

La poverta’ , la ricchezza e le disuguaglianze di classe : cosa fare?

Secondo l’indagine condotta dall’Ocse , l’Italia è l’unico Paese Europeo dove nell’arco degli ultimi 30 anni lo stipendio annuale medio di chi ha un lavoro dipendente , è diminuito del 2,9%, quello delle pensioni del 15%, mentre gli stipendi dei “top manager” sono incrementati fino a 649 volte quello di un operaio.

I dati Istat ripresi anche dalla Caritas ci dicono che nell’arco di 15 anni (2007 2022) in Italia poveri assoluti che non hanno cibo a sufficienza sono triplicati passando da 1,8 milioni a 5,6 milioni di persone, quelli che sono a rischio povertà assoluta e non arrivano alla fine de mese sono passati da 5 milioni a 15 milioni di persone .

Readmore..

Fascismo e clericalismo ancora in parlamento

Ben ci sta. Ce li siamo meritati. Ignazio La Russa e Lorenzo Fontana sono il biglietto da visita ideale della destra che assume la guida dei due rami del Parlamento. Ideale, perché solo gli smemorati potevano credere alla favoletta della “morte delle ideologie”. Il nazionalismo è vivo e vegeto, semmai è l’internazionalismo a non passarsela troppo bene in tempo di guerra. Neanche vorrei che drammatizzassimo, eccitando gli smidollati che scrivono sui muri minacce di morte al cuore nero ’Gnazio che se la ride a passare per vittima (“non rinnego la mia storia”) bene inserito com’è da decenni nei palazzi del potere e nell’italica dolce vita. Uomo di mondo, non farà certo peggio della Casellati. Quanto al leghista vandeano Fontana, dov’è la novità? Ce la siamo forse dimenticata Irene Pivetti che da presidente della Camera partecipava alla messa di riparazione del Circolo Lepanto contro l’inaugurazione della moschea di Roma?

Readmore..

Come l’integralista dell’identità esalta la diversità

Interessante, e segno mirabile della strategia dei neofascisti, che l’identitarista, cattolico integralista, “pro-vita”, omofobo e amico dei nazisti, Fontana, centri il suo discorso da presidente della Camera su un elogio della “diversità”.

Proprio lui parla contro l’omologazione contro l’omologazione – lui che della lotta contro le diversità ha fatto una bandiera. Diversità ha sempre significato questo: scostamento da una norma – quanto ai comportamenti sociali, alle propensioni sessuali, a una presunta normalità di razza. Concettualmente, diversità significa negazione dell’identità. Diversità implica la Norma, e dalla Norma è sempre stata additata come Patologica.

Readmore..

Il discorso di Liliana Segre per la seduta inaugurale della senatrice: la vertigine del centenario della Marcia su Roma

Buongiorno a tutti, colleghe senatrici e colleghi senatori.

Rivolgo il più caloroso saluto al presidente della Repubblica Sergio Mattarella e a quest’Assemblea (Applausi).

Con rispetto, rivolgo un pensiero a Papa Francesco. (Applausi).

Certa di interpretare i sentimenti di tutta l’Assemblea, desidero indirizzare al presidente emerito Giorgio Napolitano, che non ha potuto presiedere la seduta odierna, i più fervidi auguri, con la speranza di vederlo ritornare presto ristabilito in Senato. (Applausi).

Readmore..

Non abbiamo sufficiente paura della guerra nucleare?

Ho paura che, in questo conflitto, non funzioni la deterrenza nucleare.

Per essere più chiari, a differenza di quanto avvenuto nei lunghi anni della guerra fredda, il terrore di un'ecatombe nucleare non pare avere la forza di sollevare una grande reazione diffusa nell'opinione pubblica e nei governi.

Sto provando a darmi una spiegazione di ciò e mi sembra che ci siano alcuni elementi evidenti.

Readmore..

Il Concilio Vaticano II una memoria ancora operante per la pace. Intervista a Daniele Menozzi

60 anni dopo. Intervista a Daniele Menozzi, docente di storia alla Normale di Pisa: «Proprio allora iniziò a sgretolarsi la tradizionale teoria della "guerra giusta": fu riconosciuta la liceità dell’obiezione di coscienza»

Nell’anniversario del Concilio Vaticano II abbiamo intervistato Daniele Menozzi, professore emerito di Storia contemporanea alla Scuola Normale Superiore di Pisa.

Readmore..

Le strade della pace per uscire dalla guerra

Ringrazio Luigi Manconi che dalle colonne de la Repubblica ha voluto valutare e commentare le posizioni e proposte di Europe For Peace con la consueta attenzione, rispetto e stima nei nostri confronti.

Non a caso per noi sono sempre stati proficui e importanti i confronti con lui, proprio perché provenienti da posizioni non coincidenti ma «in ascolto».

Concordo con Manconi che le manifestazioni abbiano una grande importanza per la loro carica simbolica, ma credo che ancor di più siano rilevanti i contenuti che sostengono e rilanciano.

Readmore..

Questa guerra non potrà essere vinta da nessuno

Perdonatemi se dal 24 febbraio ripeto la stessa cosa, come un disco rotto, ma questa guerra non potrà essere vinta. Non potrà essere vinta dall’Ucraina contro una potenza nucleare come la Russia, e Zelens'kyj non potrà riprendere il Donbass, tanto meno la Crimea. Né potrà essere vinta dall’aggressore, anche se in questo caso gli obiettivi militari e geopolitici sono certamente megalomani ma meno chiari: probabilmente la vera aspirazione di Putin è sedersi a un tavolo con Biden e Xi Jinping per ridiscutere gli equilibri di potenza globali.

Readmore..

Manifestazione per la pace

Ieri 10 ottobre l’Occidente si è accorto di avere dichiarato guerra alla Russia, una guerra di cui si dice che non possa avere alcun altra fine che la sua sconfitta, con la vittoria dell’Ucraina, cosa che nessuno aveva mai osato pensare durante tutto il lungo calvario della guerra fredda, neppure il peggior Biden che gli Stati Uniti possono avere avuto, Nixon o Johnson che fosse La sorpresa è che la Russia questa guerra si è messa a combatterla, invece di scappare, come aveva detto mettendola alla gogna Zelensky.

Readmore..

C'è bisogno di radicalità

Questioni terminologiche essenziali. Torno su un tema che mi sembra rilevante.

Continuo a non capire cosa significhi identificare un'area politica con il termine "progressismo", una definizione ottocentesca che individua nel "progresso" in quanto tale l'elemento del miglioramento delle condizioni di vita della società.

Readmore..

Il toto-ministro della salute. Invece avremmo bisogno di ...

Per due anni la sanità è stata al centro del dibattito politico, la grande malata, incapace di rispondere con efficacia alla pandemia. Poi la politica l’ha cancellata dalla discussione elettorale. Eppure, la pandemia non è terminata e il Servizio Sanitario Nazionale sta boccheggiando: mancano decine di migliaia tra medici e infermieri, le liste d’attesa sono chilometriche e cresce il numero di cittadini senza il medico di famiglia.

Readmore..

Photogallery

Cantiere per la pace Lunigiana

Chi siamo
Articoli
Locandine/documenti



Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps Valid XHTML and CSS.