• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ai lettori del notiziario suggerisco la lettura del documento “La Direttiva per la politica industriale della Difesa “ e sopratutto l’ascolto sulla pagina facebook di Pax Christi, della conferenza del 12 gennaio suDirettiva per la politica industriale della difesa. Difesa da chi e da che cosa?”.

La data del 4 novembre viene celebrata con continuita' dal fascismo fino ad oggi, per richiamare l'unita' dell'Italia sotto il segno della guerra e dell'esercito. "Giornata dell'Unita' Nazionale e delle Forze Armate" nell'anniversario della fine di un tragico conflitto che costo' al nostro paese un milione e duecentomila morti (600.000 civili e 600.000 militari): per la prima volta nella storia a morire a causa della guerra non furono solo i militari al fronte, ma in pari numero i civili vittime di bombardamenti o di stenti, malattie, epidemie causate dalla guerra stessa.

Condanniamo fermamente gli atti squadristi e violenti di sabato pomeriggio 9 ottobre 2021 che hanno violato la città di Roma. Condanniamo fortemente l'attacco alla sede nazionale della CGIL e manifestiamo la nostra solidarietà alla CGIL Nazionale e alla CGIL provinciale e ai loro segretari. Condanniamo fortemente l'inqualificabile assalto nella stessa notte al Policlinico Umberto I di Roma.

È inutile dirvi che avrei voluto essere presente in mezzo a voi non solo per i saluti formali ma per qualcosa di più, per parlare senza necessità e obblighi di dover scrivere, per avvertire quella sensazione di spontaneità, per sentire l’emozione che le parole producono dall’anima, infine per ringraziarvi uno a uno, a tutti, per un abbraccio collettivo forte, con tutto l’affetto di cui gli esseri umani sono capaci.

Lunedì 4 ottobre dalle ore 17 alle ore 19, in Piazza 2 giugno, al Comune di Carrara, presidio in solidarietà di Mimmo Lucano

Mimmo Lucano è un simbolo, il simbolo del modello di accoglienza solidale e umana che si è contrapposta ai modelli securitari a cui sono per lo più ispirate le nostre leggi sull’immigrazione.

Nei primi anni 2000 un movimento globale attraversava il mondo contrapponendosi tanto al fondamentalismo quanto al neo imperialismo; il movimento aveva denunciato l’irresponsabilità e la violenza degli interventi bellici “ pseudo umanitari”: dal Kossovo all’Afghanistan all’Iraq. Denunciava a gran voce la connessione micidiale tra globalizzazione delle merci e la separazione delle genti, le alleanze subdole tra signori dell’odio e padroni delle armi, la disinformazione ad hoc per giustificare la guerra, la “ guerra per esportare la democrazia”...

Accademia Apuana della Pace aderisce all’appello del collettivo studentesco Tirtenlà contro la riapertura di 7 cave nel comune di Massa, a difesa delle Alpi Apuane e invita a partecipare al presidio che si terrà sabato 12 giugno alle ore 17 in piazza Aranci a Massa.

© 2023 Accademia Apuana della Pace.