• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Battaglia tra regolari e abusivi. Scontri tra italiani e stranieri. Milano e Roma, storie differenti, espressione della stessa faccia della medaglia sociale che acuisce le dicotomie. Una guerra tra poveri, scandita da rabbia e violenza, da ragioni distribuite tra chi ha diritto e chi non lo ha, in un Paese che detiene il record europeo di edifici abbandonati e continua a costruire; in uno Stato dove rom e migranti sono da sempre il primo capro espiatorio di malesseri che si trascinano, che la crisi acuisce, che la politica cavalca senza mai risolvere.

Il 2 ottobre è la Giornata internazionale della nonviolenza: facciamo in modo che sia un momento di forte coscientizzazione e di efficace opposizione alla guerra, alle stragi di cui essa consiste, ai suoi strumenti e ai suoi apparati; di efficace opposizione al razzismo ed a tutte le persecuzioni e le schiavitù; di efficace opposizione al maschilismo che è la radice di tutte le altre violenze.

Dal 1948 i palestinesi vivono condannati a un’umiliazione perenne. Non possono neanche respirare senza avere il permesso. Hanno perso la patria, la terra, l’acqua, la libertà, tutto. Tantomeno hanno diritto a eleggere i propri governanti. Quando votano quelli che non devono votare, vengono castigati. Gaza adesso viene castigata.

Non è la prima volta che accade. L’istigazione allo stupro non è cosa nuova. Lo avevamo visto in passato con la ministra Cécile Kyenge. Non è neanche inedito l’utilizzo dell’insulto sessista in riferimento alle donne in politica (e non solo). Grillo nel 2001 chiamò “p……” la Premio Nobel Rita Levi Montalcini

Nessuno di noi ha mai simpatizzato per il regime siriano e per le nefandezze dispotiche con cui ha governato in tutti questi anni.

Sappiamo bene quanto sia "odioso e criminale" l'uso di certe armi (per noi tutte), sia quelle chimiche, che si dice siano state usate in Siria, sia quelle israeliane usate nell'attacco "piombo fuso", ma anche quelle ad uranio impoverite usate nei Balcani dagli occidentali...